Costi di gestione

Discussioni su barche , gommoni e in genere sulla nostra passione che ci accomuna
barinord
ForumNautico.it
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/08/2019, 20:55

Costi di gestione

Messaggio da barinord » 21/09/2021, 0:30

Che costi si hanno perun natante di 8 metri all'anno escluso il costo dell'ormeggio. Grazie

Avatar utente
ciungetto
Moderatore
Messaggi: 18558
Iscritto il: 08/11/2009, 9:15

Re: Costi di gestione

Messaggio da ciungetto » 21/09/2021, 8:08

dipende dal motore .... da 1000 euro in su più il carburante

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 22/09/2021, 13:47

Entrofuoribordo: alti.
Linea d'asse o fuoribordo: medi.
Vela: bassi.
Remi: nulli.
:ride
Marinaio o montanaro? Boh?

Avatar utente
vimoni
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 1237
Iscritto il: 04/06/2015, 18:10

Re: Costi di gestione

Messaggio da vimoni » 22/09/2021, 14:31

entrobordo? benzina o diesel?
fuoribordo?
dipende da queste variabili
posso dirti per un entrobordo diesel. ovvero un migliaio di euro anno per tagliandi motore e piede invernaggio ecc. questo per la manutenzione ordinaria

Avatar utente
Doppiogolf
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 1786
Iscritto il: 23/08/2015, 16:56

Re: Costi di gestione

Messaggio da Doppiogolf » 22/09/2021, 15:51

Oltre al motore o ai motori, occorre considerare la manutenzione della carena con alaggio e varo più antivegetativa, eventuali zinchi di poppa e dell'elica di prua (se c'è).
Diciamo altri 800/1.000 euro se non intendi o non ti è possibile operare da solo.
Comunque alaggio, taccata e varo costano.
Se poi in inverno non la tieni in acqua all'ormeggio ma scegli il piazzale, allora occorre coprirla magari con il termo retraibile ... 200 euro ? Oppure in un capannone al coperto, magari con trasporto andata e ritorno ... altri euro a 3 cifre ...
E se poi non è tutto nuovo, ogni anno scade qualcosa come una batteria da cambiare o due, la zattera da revisionare, uno scambiatore da pulire ecc.
Diciamo altri 4/500 euro per stare tranquillo.
Magari nella tua zona è tutto più alla mano e contenuto come da noi più di 30 anni fa, oppure fai parte di una società di amatori che hanno la concessione demaniale.
Oggi i metri quadri dei piazzali sono oro e le aree al coperto con l'autorizzazione per il ricovero imbarcazioni sono platino ... il diamante è riservato allo spazio di banchina.
Gabriele

Avatar utente
orso_nero
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 749
Iscritto il: 28/08/2017, 9:04

Re: Costi di gestione

Messaggio da orso_nero » 22/09/2021, 16:39

aggiungerei:

assicurazione RC motore/i (obbligatoria)
polizza corpi (facoltativa)
revisione biennale zattera costiera (obbligatoria)


per la mia esperienza, per una barca di 8m con 2 fuoribordo, le cifre in ballo sono:

tagliandi ca 1.300/1.500 €
carena ca 500 € compreso materiale
sosta a terra 3 mesi con alaggio taccaggio lavaggio e varo ca 700 €
assicurazione RC ca 200 €
corpi ca 800 €

quindi siamo a 3.500 € senza revisione zattera e senza il minimo intervento (lucidatura/qualche cavolata che si rompe/qualche miglioria da apportare)...

per fare un conto serio penso che una cifra giusta sia 5/6.000 all'anno...che se ci aggiungi il costo dell'ormeggio fa scopa con il famoso teorema dei 1.000 € /metro/anno...
EdgeWater 265 EX - 2 x Verado 250

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 22/09/2021, 17:19

Imho, se uno, come me, ha le finanze risicate, certi lavori deve rassegnarsi a farseli, cosa che può diventare anche un piacere, se fatta con i famigliari o con qualche buon amico. Chiaro che non deve diventare una tortura, come è successo a me con la barca precedente, che però ho praticamente ricostruito...
Marinaio o montanaro? Boh?

Avatar utente
orso_nero
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 749
Iscritto il: 28/08/2017, 9:04

Re: Costi di gestione

Messaggio da orso_nero » 22/09/2021, 17:27

Il grosso del risparmio potrebbe venire dal farsi da solo i tagliandi ai motori, ma almeno per me è impensabile, oltre ad avere ovvi vincoli di garanzia.
per la carena, il materiale incide notevolmente (50%) quindi il risparmio è minimo...mi adeguo al volere del rimessaggio...
anche io sono uno che se può fa da se...ma la maggior parte dei lavori non possono essere delegati o hanno alta incidenza di materiale (batterie, elettronica ecc)...solo la lucidatura è un lavoro che può aver senso fare da se...ma con 2 ernie del disco...pago volentieri... :muro :gree
EdgeWater 265 EX - 2 x Verado 250

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 22/09/2021, 20:59

Sui tagliandi si risparmia un bel po', specialmente usando ricambi automotive (immagino non possibile sui fuoribordo). Certo se i motori sono in garanzia, niet ...
Grandissimo risparmio, ma grande "mazzo", fare da se sui piedi poppieri, poi bisogna mettere in conto anche una buona dotazione di attrezzi speciali...
Ora ho una barca che dovrebbe ridurre veramente all'osso questi costi. Speriamo...
Marinaio o montanaro? Boh?

Avatar utente
gigi167
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 865
Iscritto il: 20/06/2015, 0:22

Re: Costi di gestione

Messaggio da gigi167 » 23/09/2021, 8:56

orso_nero ha scritto:
22/09/2021, 17:27
ma con 2 ernie del disco...pago volentieri... :muro :gree
esattamente la mia situazione.... :muro :muro
prima facevo fare solo i piedi...ora invece sono un paio d anni che sono costretto a far fare tutto a "loro" e ahime' sta' iniziando un piccolo calvario...e qui' mi taccio!!!

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 23/09/2021, 10:23

Dura... spero che la schiena mi duri! :mhas
Marinaio o montanaro? Boh?

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 23/09/2021, 10:25

Però è anche vero che una linea d'asse, con motori semplici ed accessibili, di sforzi non ne richiede tantissimi...
Marinaio o montanaro? Boh?

Avatar utente
gigi167
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 865
Iscritto il: 20/06/2015, 0:22

Re: Costi di gestione

Messaggio da gigi167 » 23/09/2021, 19:32

hai assolutissimamente ragione...ma stiamo alle solite; gli spazi che offre un 10mt EFB si tramutano in 12mt LA....con relativo raddoppio del costo d acquisto....anche se poi a mio avviso le spese di mantenimento quasi quasi si pareggiano......addirittura nel mio caso si abbasserebbero essendo propietario del posto barca 12x4 e quindi con in LA avrei 1k in meno a di manutenzione che ne consegue con i piedi.

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 24/09/2021, 12:18

Per avere spazio su un 10 mt linea d'asse, bisogna prenderlo stile DC9 o similari, a me sono barche che piacciono, molto protettive, ma mi piacciono anche gli open, che effettivamente manco si trovano,in linea d'asse,a meno che non si decida di acquistare una barca vecchissima.
Marinaio o montanaro? Boh?

barinord
ForumNautico.it
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/08/2019, 20:55

Re: Costi di gestione

Messaggio da barinord » 27/09/2021, 0:35

Poiche per mancaza di tempo potrei utilizzare il natante il fine settimana dei mesi estivi per brevi tragitti ed una sola volta l'anno per tragitti piu lunghi 7 - 10 fatto salvo che poi qualch anno non decida di andare in posti dove non poso portrmi la barca ... quindi ... a fronte di un utilizzo cosi limitato me sembrano eccessivi i costi di gestione ... molto meglio noleggiare il natante all'occorenza ... a meno che non ci sia modo di abbattere notevolmente i costi di gestione.

Avatar utente
ciungetto
Moderatore
Messaggi: 18558
Iscritto il: 08/11/2009, 9:15

Re: Costi di gestione

Messaggio da ciungetto » 27/09/2021, 9:56

:smt023 :smt023 :smt023

Avatar utente
orso_nero
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 749
Iscritto il: 28/08/2017, 9:04

Re: Costi di gestione

Messaggio da orso_nero » 27/09/2021, 10:07

beh, credo che nessuno di noi, se si mette a fare i conti delle spese vs i "guadagni" possa stabilire che avere una barca gli conviene...
io faccio 50 uscita l'anno mediamente, tra we, pesca e vacanze, e quindi credo di poter dire che la barca la sfrutto...ma se mi metto a fare i conti, potrei fare i we negli stabilimenti balneari più fighi, le vacanze nei resort a 5 stelle e magari me ne rimane anche qualcosa...però...la mia barchetta me la tengo stretta e guai a chi me la tocca!! :gree
EdgeWater 265 EX - 2 x Verado 250

Lu_Blue
ForumNautico.it
Messaggi: 334
Iscritto il: 11/11/2018, 18:54

Re: Costi di gestione

Messaggio da Lu_Blue » 27/09/2021, 17:28

Assolutamente... io credo inoltre che salendo di misura, salga anche il costo al metro per la manutenzione/mantenimento.
Avevo scritto in altro 3d che io sono molto più vicino ai 2k/metro piuttosto che 1k... purtroppo quest'anno ho avuto conferma (nella cifra c'è manutenzione ordinaria, posto barca, posto auto, trasporto a/r al capannone per inverno e sosta al coperto, servizio di pulizia, antivegetativa, trattamento teak...).
Certo si può spendere meno, forse.
Facendo il conto delle giornate (quest'anno davvero poche a causa del mare/previsioni sbagliate - vedasi altro 3d su "mare di poppa), c'è da spaventarsi!!!
Non nego che, anche valutato il momento di altissima valutazione dell'usato, sto pensando se ne valga la pena :muro

Avatar utente
orso_nero
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 749
Iscritto il: 28/08/2017, 9:04

Re: Costi di gestione

Messaggio da orso_nero » 27/09/2021, 17:43

per la mia esperienza 1k€/m è il costo "base" ineludibile...poi se ci si mettono lavoretti, migliorie, ecc si arriva facilmente a 2...senza considerare eventi "straordinari" tipo rimotorizzazioni, dove non si può più parlare di medie annue...ma lavori come lucidatura, cambiare uno strumento, cambiare batterie, rifare cuscinerie sono di fatto manutenzione ordinaria...
EdgeWater 265 EX - 2 x Verado 250

barinord
ForumNautico.it
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/08/2019, 20:55

Re: Costi di gestione

Messaggio da barinord » 02/10/2021, 21:40

vimoni ha scritto:
22/09/2021, 14:31
entrobordo? benzina o diesel?
fuoribordo?
dipende da queste variabili
posso dirti per un entrobordo diesel. ovvero un migliaio di euro anno per tagliandi motore e piede invernaggio ecc. questo per la manutenzione ordinaria
Sarei orientato per l' Antare 8 o in alternativa il Merry Fisher 795 ... comunque fuoribordo e motore di potenza non elevata... La userei dalla 8 alle 12 volte l'anno ... di cui solo una o due uscite max di piu giorni e per il resto solo brevi giri ...
Leggo pero di costi di gestione di 1000 euro al metro ... se cosi fosse ci rinuncere alla barca personale e opterei per il noleggio... Mi piace l'idea di avere una barca tutta mia ma vorrei che i costi di Rimessaggio e manutenzione non superin i 2000 anno a cui poi aggiungere le spese di ormeggio estivo e del carbuarnte ... sperse delgenere sarebbero piu proporzionate all'uso che intendo fare e del resto a volte in vacanza vorrei andarci alloggiando in albergo per cui per un uso lomitato vorrei costi accettabili.

Avatar utente
Mauro_59
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 1270
Iscritto il: 19/12/2018, 17:57

Re: Costi di gestione

Messaggio da Mauro_59 » 02/10/2021, 22:20

Per il rimessaggio dipende dalle tariffe della tua zona, ovvero per la durata della sosta a terra, per il tipo di movimentazione (grù o carrello) e il tipo di ricovero (aperto o chiuso).

2.000 annui per la manutenzione ci possono stare se:
  • ti limiti al tagliando periodico
  • qualcosa te lo fai da solo
  • non si rompe nulla
  • non apporti migliorie
Il che appare molto fantasioso e molto ipotetico. Nella nautica, ma non solo in questo settore, se conti di spendere una certa cifra, raddoppiala e, bene che ti vada, ti avvicini alla realtà.

Zikiki
ForumNautico.it
Messaggi: 256
Iscritto il: 28/02/2019, 20:58

Re: Costi di gestione

Messaggio da Zikiki » 02/10/2021, 23:31

barinord ha scritto:
02/10/2021, 21:40
vimoni ha scritto:
22/09/2021, 14:31
entrobordo? benzina o diesel?
fuoribordo?
dipende da queste variabili
posso dirti per un entrobordo diesel. ovvero un migliaio di euro anno per tagliandi motore e piede invernaggio ecc. questo per la manutenzione ordinaria
Sarei orientato per l' Antare 8 o in alternativa il Merry Fisher 795 ... comunque fuoribordo e motore di potenza non elevata... La userei dalla 8 alle 12 volte l'anno ... di cui solo una o due uscite max di piu giorni e per il resto solo brevi giri ...
Leggo pero di costi di gestione di 1000 euro al metro ... se cosi fosse ci rinuncere alla barca personale e opterei per il noleggio... Mi piace l'idea di avere una barca tutta mia ma vorrei che i costi di Rimessaggio e manutenzione non superin i 2000 anno a cui poi aggiungere le spese di ormeggio estivo e del carbuarnte ... sperse delgenere sarebbero piu proporzionate all'uso che intendo fare e del resto a volte in vacanza vorrei andarci alloggiando in albergo per cui per un uso lomitato vorrei costi accettabili.
Ciao

2000 euro mi sembrano impossibili.
Per Un tagliando annuale base di un 150 o 200 hp fuoribordo per cui è omologata quella barca, stai sui 400 euro... Varo, alaggio e carena stai sui 1000/1200 euro... Poi c'è il rimessaggio che per un 8 metri minimo minimo sono 2000 all anno.
A queste cifre realisticamente aggiungi un 30 %in più minimo perché qualcosa esce sempre fuori.
Perciò probabilmente starai parecchio sotto i 1000 euro al metro, ma molto sopra i 2000 che pensi tu.

Ciao

barinord
ForumNautico.it
Messaggi: 52
Iscritto il: 18/08/2019, 20:55

Re: Costi di gestione

Messaggio da barinord » 03/10/2021, 0:05

Quindi alla fine mi conviene nolegiare

Avatar utente
Vale72
ForumNautico.it
Messaggi: 717
Iscritto il: 21/08/2015, 21:33

Re: Costi di gestione

Messaggio da Vale72 » 03/10/2021, 1:06

I miei conti in base alla mia barchetta, se non si rompe niente, ma facendo i lavori con gli amici.
Posto barca: 2580 (ma tratterò a primavera)
Assicurazione RC: 83
Sea Help: 180
1 mese in dry marina: 230
Tagliando: 200 (stimato per eccesso)
Lucidatura: costo dei materiali. 30-40 euro?
Carena: costo dei materiali: 100-150 euro?
Siamo lontani dai 8250 euro che mi costerebbe se fosse anche solo 1000k a metro
Gasolio a parte.
Penso di stare sui 5k annui, per una barca meccanicamente super basica ed arrangiandomi.
Facendo fare tutto, effettivamente, secondo me, 8k ci stanno.
Marinaio o montanaro? Boh?

Avatar utente
lele 71
ForumNautico.it
Messaggi: 110
Iscritto il: 05/09/2016, 18:10

Re: Costi di gestione

Messaggio da lele 71 » 03/10/2021, 8:16

barinord ha scritto:
03/10/2021, 0:05
Quindi alla fine mi conviene nolegiare
Senza ombra di dubbio, anche perché avere una barca e utilizzarla solo per le vacanze estive, e qualche uscita sporadica, non ha senso.
La barca è soprattutto una passione, e abbandonarla all ormeggio è un vero peccato. I costi di gestione sono quelli che hanno esposto prima gli altri, se vuoi o devi spendere meno, ti devi orientare su un sei metri massimo, open fuoribordo , allora diciamo che i 2000 euro l anno che ha preventivato, sono pochi ugualmente, ma aggiungendoci diciamo un 30%,potresti rientrarci.
Non credo poi che affittando una barca di 8 metri anche solo per 15 giorni l anno, spenderesti meno, di sicuro non avresti pensieri, ma non hai la TUA barca, che sai che sta lì ad aspettarti e non vedi l ora di andarla a trovare, anche solo per togliere i teli e salire a bordo... Come ti dicevo è una questione di cuore❤️ e le spese passano in secondo piano.

Avatar utente
Aislin
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 1731
Iscritto il: 28/05/2014, 16:34

Re: Costi di gestione

Messaggio da Aislin » 03/10/2021, 9:33

barinord ha scritto:
03/10/2021, 0:05
Quindi alla fine mi conviene nolegiare
Concordo con lele, se ne fai una questione di convenienza, assolutamente sì.
Cosa peraltro normalissima: i diportisti che da un punto di vista strettamente economico la barca, per l'uso che ne fanno, farebbero meglio a noleggiarla, sono a mio avviso moltissimi. Probabilmente la maggioranza.

Ma poi entra in gioco anche una questione, diciamo così, affettiva, soprattutto per noi italiani, che di solito casa e barca vogliamo possederle.
In USA ad esempio il charter, sia giornaliero sia settimanale, è molto più diffuso, anche su barche grandi... :102

Avatar utente
gigi167
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 865
Iscritto il: 20/06/2015, 0:22

Re: Costi di gestione

Messaggio da gigi167 » 03/10/2021, 11:15

Mi sa' propio che sia stata fatta confusione sui costi di gestione annuali...
come detto piu' volte sul forum questi includono il posto barca, manutenzione ordinaria e ti permettono di avere un cuscino per gli imprevesti.....

Certamente Vale sei al di sotto: in secca ci stai un mese, carena e tagliando li hai fatti tu e quindi hai calcolato il materiale soltanto; chiedi al cantiere se gli fai fare a loro e la tieni in secca per sei mesi che preventivo ti fa... :whis

Per il discorso della convenienza proporzionato alle uscite da te pronosticate sicuramente ci andresti a rimettere alla grande....
Diciamo che tra costo di acquisto e gestione in 10 anni ci voglio okkio e croce 100k! :039

Avatar utente
Doppiogolf
GRAZIE per la costante ed attiva partecipazione al forum
Messaggi: 1786
Iscritto il: 23/08/2015, 16:56

Re: Costi di gestione

Messaggio da Doppiogolf » 03/10/2021, 12:41

Se poi si aggiunge la svalutazione della barca che subisce ogni anno ... si capisce perché mantenere una barca da diporto è facilmente giudicabile dai più come un enorme spreco di denaro fatto da persone che non avendo il senso della realtà vanno inseguite come mosche al miele e spremute il più possibile. Tanto è evidente che hanno tanti soldi da buttare.
Figuriamoci poi uno che compera una barca nuova che nei primi 10 anni perde oltre il 50% del valore o molto di più se si considera anche l'inflazione ed i mancati rendimenti che si potevano ottenere investendo la stessa cifra in altri campi.
Ma anche chi acquista un usato, oltre ai normali costi di mantenimento, si troverà a dover intervenire costantemente con altri costi di aggiornamento per poter portare la barca ad una condizione sufficiente per essere rivenduta.
Sommando tutto si potrebbe scoprire che le cifre in gioco sono ben diverse e tutte una continua perdita.
Tutto questo per arrivare a dire che, a mio avviso, il mondo del noleggio e quello della proprietà non hanno fattori in comune tali per cui si possano fare dei paragoni in quanto la barca di proprietà principalmente offre un servizio totalmente diverso da quello del noleggio.
E' evidente che per qualche giorno all'anno il mondo dove pescare è quello del noleggio.
Altrimenti come mai l'auto la compriamo tutti, magari più di una in famiglia, visto che sarebbe molto più facile noleggiarla che una barca di 40 piedi a motore nei vari periodi esatti che ci serve e del tipo che ci sentiamo di guidare, sentendoci sicuri nelle manovrare per i porti dove vogliamo andare ....
Gabriele

jwalker
ForumNautico.it
Messaggi: 177
Iscritto il: 15/10/2019, 21:27

Re: Costi di gestione

Messaggio da jwalker » 03/10/2021, 13:17

barinord ha scritto:
02/10/2021, 21:40
vimoni ha scritto:
22/09/2021, 14:31
entrobordo? benzina o diesel?
fuoribordo?
dipende da queste variabili
posso dirti per un entrobordo diesel. ovvero un migliaio di euro anno per tagliandi motore e piede invernaggio ecc. questo per la manutenzione ordinaria
Sarei orientato per l' Antare 8 o in alternativa il Merry Fisher 795 ... comunque fuoribordo e motore di potenza non elevata... La userei dalla 8 alle 12 volte l'anno ... di cui solo una o due uscite max di piu giorni e per il resto solo brevi giri ...
Leggo pero di costi di gestione di 1000 euro al metro ... se cosi fosse ci rinuncere alla barca personale e opterei per il noleggio... Mi piace l'idea di avere una barca tutta mia ma vorrei che i costi di Rimessaggio e manutenzione non superin i 2000 anno a cui poi aggiungere le spese di ormeggio estivo e del carbuarnte ... sperse delgenere sarebbero piu proporzionate all'uso che intendo fare e del resto a volte in vacanza vorrei andarci alloggiando in albergo per cui per un uso lomitato vorrei costi accettabili.
Io ho un Antares 8 e per la gestione invernale (viene a prendersi la barca al porto, la ricovera al chiuso, fa il tagliando al motore, da' l'antivegetariva e me la ricosegna al pontile) pago un forfait di 2500€ + IVA da un concessionario ufficiale. La barca è nuova (2020), non ho avuto lavori supplementari lo scorso inverno e non ne prevedo per quest'anno.

Per 20 ani ho noleggiato barche a vela e concordo che è conveniente dal punto di vista economico ed ha vantaggi logistici, ma richiede una pianificazione molto anticipata e manca il piacere di avere la propria barca e personalizzarla.

Tuttavia in Italia mercato del noleggio di natanti cabinati a motore come quelli di cui parli tu è quasi inesistente (per i gommoni è diverso) e le imbarcazioni più grandi molto spesso sono affittate con il loro equipaggio.

Lu_Blue
ForumNautico.it
Messaggi: 334
Iscritto il: 11/11/2018, 18:54

Re: Costi di gestione

Messaggio da Lu_Blue » 04/10/2021, 9:23

Eh si.. io mi ero interessato molto al noleggio prima di acquistare la prima: impossibile o quasi!
I pochi operatori con "qualche numero" erano tra l'altro lontanissimi.
Avevo poi cercato qualcosa in "rent to buy" ma non trovai.
Tornando ai "conti", do ragione a Doppiogolf: i miei pensieri "negativi" sono proprio mossi dal fatto che se metti TUTTO TUTTO sulla lista (compresa svalutazione e mancato rendimento del capitale), sono convinto che non sia difficile arrivare anche a 4k/anno/metro... è un po' questo che fa la differenza di valutazione secondo me. Se si paragonano solo i costi di gestione e i canoni di noleggio per 15/20 gg, alla fine non si va lontani: un bel 12mt motore costa circa 800/1000 eur/gg in alta stagione e i conti tornano...
La differenza di costo, fra proprietà e noleggio (ovviamente considerando circa 20gg/anno, altrimenti le proporzioni cambiano) sta proprio nel mancato rendimento del capitale usato per l'acquisto e nella svalutazione del bene. Qui però non si può generalizzare: per stilare un prospetto servirebbe un mare di dati che certamente cambia da caso a caso. Quindi.. ad ognuno il suo!!

Rispondi